Chi Siamo

Presente, passato, futuro: la storia delle Gallerie Orler

 

L’azienda Orler nel mercato artistico è unica nel suo genere.

A metà degli anni Cinquanta, poco più che ragazzo, Ermanno Orler decise di lasciare il suo paese natale (mezzano di Primiero) per andare in Francia a fare il boscaiolo.
Successivamente decide di spostarsi a Venezia, dove lavorava come artista già suo fratello Davide, e dove avrà inizio la loro e la Sua carriera.. Corre l’anno 1958..
Ermanno con il legno ci sa fare, e decide di aprire un piccolo laboratorio di cornici, che diviene da subito utile al fratello e ad altri artisti come Emilio Vedova, Virgilio Guidi, Tancredi…
Comincia lì, nel piccolo laboratorio di Venezia, un’attività che si rivela subito un successo. L’esigenza di rendere più agevoli i contatti con il resto dell’Italia, verso la metà degli anni Sessanta lo spinge a spostare la galleria da Venezia a Favaro Veneto, in quello che è poi diventato il centro nevralgico dell’azienda. Nel frattempo il giro dei loro artisti va ampliandosi: De Chirico, Picasso, Chagall, Campigli, Guttuso, Migneco, Cassinari, Cantatore. E ancora De Pisis, Fiume, Morlotti, Music, Afro, fino ad Hartung, Adami, Possenti e tanti altri.

412818_518773078152924_341191923_o
 

Si inaugurano poi le gallerie di Madonna di Campiglio, Abano Terme e Mestre. All’inizio degli anni Settanta,in un momento straordinariamente favorevole per il mercato, Ermanno decide di allargare l’attività anche ai tappeti.. Ai quali dedica il suo cuore. L’idea si rivela formidabile. In breve ne diventano una delle aziende leader.
Il mercato funziona e gli Orler sono pronti a seguirlo, così dal 1978 al giorno d’oggi, l’azienda si dedica alle vendite televisive. Ultimo traguardo delle Gallerie d’Arte Orler è la nuova “ORLER TV”, che insieme al canale Sky 907, trasmette 24 ore su 24 tutto ciò che riguarda : Arte moderna, Manufatti d’oriente, Gioielleria e Diamanti in Blister.

Il rapporto fra la famiglia Orler ed i suoi clienti viene, per universale principio, considerato sacro.